Il GAL Barbagia Mandrolisai Gennargentu vola in Transilvania per un progetto di cooperazione transnazionale sul turismo lento ed esperienziale

Dal 14 al 18 giugno 2022 sei rappresentanti ed operatori turistici e culturali del GAL BMG si sono recati nel cuore della Romania e dell’antica Dacia per partecipare ad una visita di studio prevista dal progetto di cooperazione transnazionale“𝐄𝐍𝐏𝐎𝐑𝐓β- 𝐀𝐍 𝐈𝐍𝐓𝐄𝐆𝐑𝐀𝐓𝐄𝐃 𝐀𝐏𝐏𝐑𝐎𝐀𝐂𝐇 𝐅𝐎𝐑 𝐃𝐄𝐕𝐄𝐋𝐎𝐏𝐈𝐍𝐆 𝐒𝐔𝐒𝐓𝐀𝐈𝐍𝐀𝐁𝐋𝐄 𝐓𝐎𝐔𝐑𝐈𝐒𝐌 𝐈𝐍 𝐑𝐔𝐑𝐀𝐋 𝐀𝐑𝐄𝐀𝐒”, mirato alla creazione e promozione di modelli ospitali e pacchetti turistici basati sui principi dello sviluppo sostenibile sociale, ambientale ed economico. Il progetto, coordinato dal GAL BMG e finanziato dal PSR Sardegna 2014-2022, coinvolge altri otto GAL italiani, rumeni, francesi e bulgari e prevede azioni locali e comuni di formazione, raccolta e analisi di dati, comunicazione, creazione e promozione di offerte turistiche tematiche e scambio di buone pratiche.

La visita è iniziata nel territorio del GAL Lider Bistrita Nasaud, presso il Parco Nazionale Munții Rodnei, dove il Biologo ed esperto Claudiu Iusan ha presentato il Parco, i progetti realizzati, il potenziale turistico del GAL, lo stato dell’arte e ha proposto diciassette itinerari tematici, stimolando la discussione e i feedback dei partecipanti. Nella località di Pastravaria Cormaia, un imprenditore locale ha raccontato la propria esperienza di allevamento delle trote ed ittiturismo e illustrato il progetto, finanziato dal GAL, di realizzazione di una casa museo. Nel pomeriggio i partecipanti hanno visitato le sorgenti di Sangeorz-Bai, le cui acque minerali sono famose per le loro proprietà benefiche.

La giornata successiva è stata dedicata al territorio del GAL Napoca Porolissum. I lavori si sono svolti a Sancraiu, un incantevole villaggio a tradizione ungherese, dove due esperte, Mihaela Caluser e Andreea Ferent, hanno presentato l’offerta turistica del territorio. La presentazione è stata arricchita dalla testimonianza del proprietario della Guesthouse, socio del GAL e tour operator, dalla dimostrazione della preparazione del Kurtoshcolac, un dolce tipico ungherese, e dalla visita alla chiesa riformata del villaggio. Nel pomeriggio i partecipanti hanno visitato il lago di Fantanele ed il monastero ortodosso di Râşca.xs

Il terzo ed ultimo giorno le attività sono state ospitate dal GAL Lider Cluj. La mattina i partecipanti hanno visitato le Gole di Turda e l’antica miniera di sale di Durgău-Valea Sărată. Nel villaggio autentico e semi abbandonato di Borzești, i partecipanti hanno parlato di spopolamento, storia, eco-edilizia, filiera corta, turismo esperienziale e opportunità di sviluppo. 

Nel pomeriggio l’esperto di turismo Almasan Traian ha presentato l’offerta turistica del territorio e proposto itinerari esperienziali ambientali, culturali ed eno-gastronomici.

La giornata è terminata con un’attività di degustazione del pane tradizionale e l’incontro con la beneficiaria di un progetto finanziato dal GAL Lider Cluj e mirato alla creazione di servizi turistici eco-sostenibili.

La Sottomisura 19.3 del Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 finanzia progetti di cooperazione interterritoriali e transnazionali in grado di rafforzare le strategie attuate dai GAL attraverso i Piani di Azione Locale, al fine di favorire la costruzione di partenariati e relazioni fra territori, migliorare il potenziale progettuale e relazionale dei GAL, valorizzare lo scambio di esperienze tra attori pubblici e privati dei territori e favorire la realizzazione congiunta di azioni concrete di sviluppo locale e di promozione dei territori rurali.

All’interno del Piano di azione del GAL BMG sono previsti due progetti di cooperazione transnazionale, coordinati dal GAL BMG e incentrati sul tema del turismo sostenibile, attivo ed esperienziale, e un progetto di cooperazione interterritoriale, coordinato dal GAL Nuorese-Baronia e dedicato alla promozione dei cammini dello spirito.

Lascia un commento