Il GAL BMG risponde

A chiarimento di quanto riportato in data 16/05/2021 in una pagina social gestita in forma anonima riguardo alla sentenza del TAR Sardegna del 12 maggio 2021, si precisa quanto segue.

In data 01 marzo 2021, è stato notificato al GAL BMG un ricorso al Tribunale Amministrativo regionale per la Sardegna (Prot. In 178 del 02/03/2021). I ricorrenti chiedevano di annullare e/o dichiarare l’illegittimità del silenzio rigetto formatosi in relazione all’istanza di accesso agli atti presentata al GAL BMG in data 24/12/2020 (Prot. In 1216 del 28/12/2020), accertare il diritto dei ricorrenti ad ottenere il rilascio e/o l’esibizione della documentazione e degli atti richiesti e ordinare il rilascio e/o l’esibizione di tutta la documentazione e degli atti richiesti dai ricorrenti.

Con istanza del 24/12/2020 i ricorrenti richiedevano di visionare e/o estrarre copia dei seguenti documenti:

-Verbali di assemblea del 17/12/2020 e 18/12/2020

-Registrazioni dell’assemblea;

-Report relativo alle votazioni avvenute con la piattaforma Eligo;

-PEC relative alla presentazione delle candidature a consigliere del Consiglio di Amministrazione di Simonetta Peddio (Prot. 1161 del 15/12/2020, trasmessa via PEC in data 14/12/2020) e Mariella Deiana (Prot. In 1192 del 16/12/2020, trasmessa via PEC in data 16/12/2020).

Come consaputo dai ricorrenti, quando è stata trasmessa l’istanza, alla vigilia di Natale, non era presente un direttore, la struttura era sovraccarica di lavoro e, a causa delle restrizioni dovute al Covid19, sarebbe stato comunque impossibile concordare un appuntamento con i richiedenti per far sì che prendessero visione o estrapolassero una copia degli atti e del verbale di assemblea che, peraltro, non era ancora stato trascritto. I ricorrenti erano, inoltre, presenti all’assemblea!

Successivamente, in data 17/03/2021 (Prot. OUT 265/2021), la direttrice, appena insediatasi, ha risposto all’istanza, dando atto che il verbale dell’assemblea del 18 dicembre 2020, appena trascritto, era on line dal 09/03/2021, unitamente al report completo di Eligo, il bilancio di previsione per il 2021. In riferimento alla richiesta delle presentazione delle candidature a consigliere del Consiglio di Amministrazione, la direttrice ha fornito due date per dare ai ricorrenti la possibilità di visionare o estrarre copia dei documenti, mentre, in riferimento alla registrazione integrale dell’assemblea, ha risposto che questa non era ostensibile, in quanto l’art. 5 dell’informativa firmata dai partecipanti precisava che i loro dati non sarebbero stati diffusi e, pertanto, una eventuale diffusione del video avrebbe potuto ledere diritti di terzi ai sensi dell’art. 5 bis del D.lgs 33/2013 e, nello specifico, della normativa in materia di protezione dei dati personali. La direttrice ha comunque precisato che la registrazione sarebbe stata sempre a disposizione delle autorità giurisdizionali per l’accertamento, l’esercizio e la difesa di un diritto in sede giudiziaria.

Malgrado la succitata disponibilità, i ricorrenti, senza dare alcuna ulteriore comunicazione, non si sono presentati ai due appuntamenti e, solo in data 15/04/2021, hanno dato riscontro alla PEC, chiedendo un nuovo appuntamento, che immediatamente è stato concesso dal GAL, nonostante le restrizioni dovute alla pandemia.

Gli atti sono stati visionati da due dei tre ricorrenti in data 19/04/2021 e, pertanto, la materia del contendere è venuta a cessare: questo è il contenuto della sentenza del 12/05/2021, in cui il TAR Sardegna ha, nostro malgrado, posto PARZIALMENTE a carico dell’amministrazione le spese del giudizio, tenendo conto del rilascio, sia pur tardivo, dei documenti richiesti.

Nostro malgrado, visto l’incolpevole comportamento del GAL, rimane l’amarezza per quella che da alcuni è stata considerata impropriamente “una vittoria”, ma che, in realtà, ha rappresentato e rappresenta per il GAL, la struttura e il territorio un’inutile perdita di tempo e risorse”.

Il Consiglio di Amministrazione del GAL BMG

Lascia un commento